Il Blog che vale
La pagina delle informazioni e delle idee che hanno valore
Cloud Computing1
Culturale 
di Daniela Saitta  
19/01/2011, 18:05



CAD:-Dirigente-premiato-solo-se-innova


 Quotidiano di Sicilia 19 Gennaio 2011ROMA - Su proposta del Ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione Renato Brunetta, nei giorni scorsi il Consiglio dei Ministri ha approvato in via de




ROMA - Su proposta del Ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione Renato Brunetta, nei giorni scorsi il Consiglio dei Ministri ha approvato in via definitiva il nuovo Codice dell’Amministrazione digitale. Recando importanti modifiche al d.lsg. 82 del 2005, il nuovo d.lsg. 235/2010 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 10 gennaio 2011 - traccia il quadro normativo entro cui deve obbligatoriamente attuarsi il processo di digitalizzazione della nuova PA. 
Entro i prossimi tre anni, il decreto si propone di sburocratizzare definitivamente l’attività amministrativa. Ecco alcune novità.

Solo posta elettronica certificata

Entro 3 mesi le pubbliche amministrazioni utilizzeranno soltanto la Posta Elettronica Certificata (Pec) per tutte le comunicazioni. Non potranno più obbligare i cittadini a presentarsi agli sportelli per la richiesta di documentazione. L’amministrazione, a tal proposito, dovrà individuare un unico ufficio responsabile dell’attività ICT. Sarà istituita, peraltro, una conferenza che permetterà ai dirigenti di collaborare tra loro, confrontandosi e supportandosi.
 
Open government
Saranno introdotti e definiti i principi del nuovo modello "open government" con il quale le Pa renderanno fruibili i dati pubblici di cui sono titolari, promuovendo l’elaborazione e la diffusione di nuovi progetti, assicurando la pubblicazione dei dati in formato aperto e consentendo alle altre amministrazioni di accedervi e rielaborarli. Si attiverà, cosi un processo di continuo confronto e miglioramento delle performance. I siti istituzionali diventeranno i punti di riferimento dei cittadini. Concorsi e informazioni dovranno essere, obbligatoriamente, pubblicati on-line. 

Risparmi generati trasformati in incentivi per il personale
I risparmi ottenuti con l’introduzione dell’innovazione tecnologica nell’azione amministrativa, dovranno essere misurati e andranno ad incentivare il personale interessato e a finanziare le nuove attività. 

Obblighi per le regioni 
Alle Regioni è dato l’obbligo: "Di promuovere un processo di digitalizzazione coordinato e condiviso con le autonomie locali". Il vecchio codice, il d.lsg. 82/2005 all’art. 17, indicava già le sanzioni previste per le PA inadempienti. L’art. 12 del nuovo CAD, però, aggiunge importanti novità. Le amministrazioni hanno l’obbligo di individuare un unico ufficio dirigenziale generale responsabile del coordinamento funzionale, al quale afferiscono i compiti relativi al coordinamento delle azioni. 

L’innovazione elemento per valutare il personale
Con le modifiche apportate l’innovazione diventa per la prima volta materia di valutazione del personale da cui dipendono sanzioni e incentivi. I dirigenti rispondono dell’osservanza e attuazione delle disposizioni del C.A.D., ai sensi e nei limiti degli art. 21 e 55 d.lgs. 165/2001, che prevedono rispettivamente specifiche responsabilità dirigenziali e disciplinari, fermo restando ovviamente le eventuali responsabilità penali, civili e contabili previste dalle norme vigenti. 

Nei siti i nomi dei dirigenti responsabili dei procedimenti
Infine, a conferma delle nuove responsabilità amministrative imposte alle gerarchie più alte, tra i contenuti minimi dei siti web istituzionali dovranno essere inseriti i nomi dei dirigenti responsabili dei singoli uffici.
 


1
Create a website