Il Blog che vale
La pagina delle informazioni e delle idee che hanno valore
Cloud Computing1
Culturale 
di Daniela Saitta  
14/04/2015, 02:14

Wunderkammer, borse, carta da parati, moda, idee, sicilia



Wunderkammer-e-le-borse-delle-meraviglie-


 Lucia Marino è un architetto milanese che ha scelto la Sicilia. Le sue borse speciali sono fatte di carta da parati. Ad indossarle è la fashionblogger Tiziana Cammisa



Il Blog che Vale questa settimana torna alle idee innovative dei giovani di oggi, di quelli che, nonostante gli anni di studio, la laurea e le esperienze professionali importanti, cercano e trovano un modo per sconfiggere il "perenne precariato" in maniera diversa. Lei si chiama Lucia Marino, è un architetto specializzato in restauro, ha lavorato per una nota casa di moda italiana, ha lavorato alla realizzazione degli interni di grandi navi da crociera e oggi è soprattutto mamma a tempo pieno ma la sua è una favola moderna con un progetto che vale la pena raccontare. 

Nata a Milano 34 anni fa, Lucia si è laureata in architettura e restauro a Venezia e ha vissuto per alcuni anni a Roma, dove ha collaborato con una delle più importanti case di moda del mondo. Lei è vulcanica, piena di idee e ti accoglie con un sorriso che ti spiazza. Il lavoro l’ha portata a svolgere la sua professione in mare, proprio sulle navi di Costa Crociere, fino a quando un uomo siciliano - uno di quelli che, come sappiamo, entrano a pieno titolo nella tua vita e la riempiono stravolgendola del tutto - le ha felicemente rubato il cuore. 

Lo stesso angolo di cuore che l’ha portata a trasferirsi in Sicilia per seguirlo in una delle più belle coste dell’isola. Ed è stato proprio lì, in quella casa vicino al mare di Giarre, che Lucia ha capito che qualcosa avrebbe cambiato ancora una volta il suo destino. Un giorno, infatti, rovistando tra gli armadi della casa di famiglia ereditata da una zia, con la solerzia di chi con animo elegante cerca di scoprire e rispettare la storia dei luoghi che la circondano e delle persone che vi sono passate, la giovane Lucia si è ritrovata davanti ad un armadio pieno di rotoli di carta da parati di inizio ’900, semplice ma pregiatissima. 

Probabilmente in molti non avrebbero fatto caso a quegli oggetti e qualcuno avrebbe anche cercato e trovato un modo veloce di disfarsene ma lei no, anzi.

"Sono sempre stata affascinata dal concetto di Wunderkammer - ci dice Lucia - ho sempre pensato che la stanza delle meraviglie fosse una delle invenzioni più affascinanti della storia dell’arte. Ed è proprio per questo che ho pensato che quella carta potesse trasformarsi in un oggetto prezioso". 

Precisiamo che il termine "Wunderkammer" significa in tedesco "stanza delle
 meraviglie" o anche "gabinetto delle meraviglie" e si riferisce alle raccolte di oggetti particolari frutto di un collezionismo svolto dalle classi dominanti già a partire dal ’500. Collezioni che univano espositivamente arte, scienza e natura e che per la loro particolarità erano considerate delle meraviglie, appunto. Si trattava spesso di oggetti provenienti dalla natura manipolati e ridefiniti artisticamente. 

"E’ stato proprio dalla passione per le meraviglie e dalla mia precedente esperienza nel mondo della moda che ho pensato di realizzare con quella carta delle borse preziose" - ci spiega. 

Per farlo non ha improvvisato nulla. Ha messo insieme tecniche artistiche provenienti dal restauro, dal design e dalla moda e ha passato molto tempo in compagnia di maestri artigiani. Proprio così ha iniziato a realizzare le sue borse di carta da parati seguendo il rito antico dell’intreccio e mescolando insieme materiali come cuoio, acciaio, carta e pelle. 

Oggi "wunderkammer atelier" è un marchio ufficiale, è un’idea innovativa ma è anche un progetto in pieno crescere che ci auguriamo possa prendere presto il volo. 

Inoltre, per mostrarvi le borse di Lucia questa volta Il Blog che Vale ha deciso di unire due storie, due esperienze diverse legate da una particolare passione per la moda e per il bello. Ad indossare le borse di carta - nelle foto - è infatti la fashionblogger Tiziana Cammisa. Lei è un avvocato, è nata a Catania e oggi vive e lavora a Roma ma l’amore per il suo uomo, per la sua terra e per la moda la riportano spesso in Sicilia dove di recente è stata protagonista anche di diversi servizi fotografici. "La moda è stata sempre la mia più grande passione ma l’esperienza come fashionblogger - ci racconta Tiziana - è nata semplicemente da un gioco con le mie amiche. Gestivo un gruppo nel quale davo spesso consigli su dove trovare le migliori offerte, come acquistarle e come abbinare insieme i capi per ottenere un outfit adatto ad ogni occasione. Da lì poi l’idea di aprire un profilo su Instagram e condividere i miei consigli anche con le altre vittime della moda". 

@fashiondivergentct (che è il nome del profilo Instagram di Tiziana) ha raggiunto più di 6.000 seguaci e ottiene ogni giorno un successo in più. 



   


1
Create a website