Il Blog che vale
La pagina delle informazioni e delle idee che hanno valore
Cloud Computing1


NEWS 
04/08/2015, 20:17

Sicilia, viaggi, vacanze, sorriso, lavoro, giovani



"Il-mio-lavoro-è-un-viaggio-meraviglioso"


 All’indomani del rapporto SVIMEZ, una storia positiva che viene da lontano ma nasce proprio qui a casa nostra. Il racconto di Stefano e del suo lavoro nei villaggi turistici più belli del mondo.



Il Blog che Vale torna in questa prima settimana d’agosto con uno speciale dedicato al "sorriso". Quel sorriso, tutto siciliano, che ha permesso ad un ragazzo di vivere due volte. Si, due! Perché come lui stesso ci racconta: "La vita è un viaggio e chi viaggia vive due volte". E lui di viaggi ne ha fatti davvero tanti in questi anni. 

Il suo sorriso ha animato le spiagge più belle del mondo: Messico, Brasile, Tunisia, Grecia, Cuba, Kenya, Dubai, Abu Dhabi, Seychelles, Isole Cayman e l’elenco continua ... ma la mia invidia è troppa per citarle tutte!

Stefano Scuderi è un giovane trentenne, nato e cresciuto a Paternò, che ha scelto di lavorare viaggiando. Ebbene, si! Quel lavoro tanto desiderato dalla maggior parte della generazione degli anni 80’ (e non solo) lui lo fa davvero. Il suo sorriso travolgente e contagioso, la sua allegria, un ottimo senso dell’umorismo e quella sottile ma evidente eleganza nell’approcciarsi alla gente, tipica dell’uomo siculo d’altri tempi, gli ha permesso di lavorare, ormai da anni, come coordinatore di tutte le attività di animazione nei villaggi turistici più belli e rinomati del mondo. 

"E’ nato tutto un pò per scherzo - ci racconta Stefano - sono partito da Paternò nell’estate del 2005, quando mia sorella Giusy ricevette un’email dai Viaggi del Ventaglio che segnalava una selezione di animatori turistici proprio a Catania. In realtà - ci spiega - quando mi chiese di rispondere a quella email non sapevo nemmeno di cosa si trattasse ma l’idea di trovare un lavoro che mi facesse viaggiare, cosa che amavo, risultava ai miei occhi una proposta veramente allettante! ... Ancora oggi - ha aggiunto - dopo anni di lavoro, credo proprio che mia sorella si penta di avermi fatto partecipare a quella selezione!". 

"All’inizio comunque non fu per niente facile - continua - ricordo che cominciai a capire cosa fare solo dopo settimane ma poi imparai in fretta ed in pochi anni, eccomi qui a raccontare di decine di viaggi e migliaia di persone incontrate. La passione per questo lavoro cominciò a venir fuori quando alla fine del mio primo mese, dopo aver fatto tutti i giorni le 3 del mattino per provare gli spettacoli serali, non mi accorsi più del tempo passato a provare, né di quanti soldi avevo sul conto corrente. Il tempo, per chi fa un lavoro come il mio, scorre in un modo diverso e l’obiettivo è sempre il sorriso e fare in modo che la vacanza di ogni ospite si trasformi in sogno". Ma è chiaro ... realizzare i sogni non è semplice e se sono altrui è ancora più complicato! 

Nei tuoi lunghi viaggi cosa porti sempre con te della tua terra, della tua Sicilia? 

"Ogni singola persona incontrata ti lascia sempre qualcosa di importante ma della mia bellissima Sicilia porto con me un profondo senso di appartenenza, l’orgoglio di essere siciliano. Perché, alla fine, diciamolo pure: la mia e la nostra terra può dirsi alla pari, se non superiore, a centinaia di altre mete turistiche del mondo, anche distanti 20 ore di volo dall’Italia. Sole, montagna, mare e ottima cucina ... è di certo difficile trovare tutto questo in una sola regione!". 

E se ci fossimo resi conto - aggiungo io - di quanto sia davvero bella questa terra, di quanto rispetto meriti e di quanto essa stessa possa essere preziosa per tutti noi, probabilmente il rapporto SVIMEZ di questi giorni, che ricordiamo fotografa una regione quasi sottosviluppata dalla quale i giovani "scappano" con forza ... 

... Beh! Probabilmente Stefano sarebbe qui a gestire un meraviglio villaggio proprio vicino casa sua! 

     


1
Create a website